Massello, il sentiero la ruota e l'acqua


Come scritto nella pagina dell'Ecomuseo delle miniere e della Val Germanasca "Il sentiero è intitolato a Guido Baret, appassionato studioso di storia locale, che per primo si è occupato dei mulini della Val Germanasca. Il percorso tocca ben 4 mulini nel territorio del Comune di Massello. Lungo il percorso, adatto a tutti, si incontrano la chiesa cattolica ed il tempio valdese, antichi testimoni della compresenza di queste due fedi religiose, ed alcune meridiane recanti motti di leggendaria saggezza. Il sentiero domina a mezza costa il vallone, offrendo un panorama di prim'ordine su tutte le vecchie borgate e sulla bellissima cascata del Pis"

Partenza dalla borgata Roberso a 1190 metri (nel comune di Massello, in Val Germanasca) dove possiamo parcheggiare i nostri mezzi; poi attraverso il sentiero RA 237 si raggiunge la borgata Porince (Porence) a 1253 metri, successivamente la borgata Mulino a 1141 metri, borgata Occie a 1388 metri, passaggio sopra la borgata Aiasse, borgata Gros Passet a 1320 metri, dove si trova il mulino del Gros Passet; visita alla scuola Beckwith e al forno, dopo borgata Piccolo Passet, il mulino di Giorgio Trunno, borgata Grange Didiero a 1250 metri, borgata Reynaud a 1183 metri e ritorno alla borgata Roberso, punto di partenza. Un percorso bellissimo, ben mantenuto in una zona ricca di cultura e con un ambiente impagabile

Siamo passati alla borgata Occie dove il 14 aprile 2018 è caduta una slavina di grandi proporzioni, scesa dalla parte alta del vallone di Coulmian, che ha lasciato il segno, come potete vedere dalle nostre foto. In quella giornata l'intervento dell'elicottero dei Vigili del fuoco ha permesso di evacuare, per precauzione, l'unico abitante
Successivamente il sindaco di Massello, Willy Micol ha emesso un'ordinanza per la chiusura di tutti i sentieri verso Occie
Occie "laz Ooucba" significa "campi coltivati e recintati"; il suo nome deriva dal basso latino "olca" ed è l'unico villaggio abitato esclusivamente da cattolici



Partenza: dalla borgata Roberso, nel comune di Massello
La carta topografica: di riferimento è la Fraternali 1:25.000 n. 5 (ma sono disponibili anche altre carte)
Parcheggio: presso la borgata Roberso, sufficientemente ampio da accogliere più mezzi
Tempistica del gruppo: 5 ore, tutto il percorso ad anello (comprese anche le soste)
Dislivello totale: 380 metri
Quota iniziale: 1187 metri
Quota finale: 1447 metri
Tipologia di terreno: prima parte carrozzabile, con fondo in asfalto, poi sentiero a fondo naturale
Esposizione: al sole e parte all'ombra
Acqua: fontane durante il percorso
Ristorazione: pranzo al sacco
Rientro a ritroso: possibile
Rientro ad anello: consigliato
Stagioni: primavera, estate, autunno

Documentazione disponibile
  1. la descrizione del percorso pubblicata online (questa pagina)
  2. la scheda stampabile del percorso
  3. la scheda tecnica del percorso
  4. la carta topografica del percorso
  5. la traccia del percorso in formato .gpx per il proprio GPS
  6. la traccia del percorso pubblicata in Google Maps
  7. la descrizione del percorso in file mp3
  8. le foto del percorso
Statistiche calcolate sui dati importati, GPS Garmin
mercoledì 26 settembre 2018 10.02 CEST
Distanza: 5,4 km
Durata: 5 ore, 23 minuti
Velocità media: 1,0 km/h
Altezza minima: 1187 m
Altezza massima: 1447 m
Salita accumulata: 380 m
Discesa accumulata: 386 m

Il nostro video, durata 3:22




Post popolari in questo blog

anello a Pian dell'Alpe

Gli atti e i documenti, Sabato 2 giugno 2018, Presentazione del Progetto Montagnaterapia - C.S.T. di Perosa Argentina - C.A.I. Val Germanasca