Post

Prali, borgata Ribba, Bout du Col, ultimo sopralluogo, 16 luglio 2018

Immagine
Ultimo sopralluogo del percorso borgata Ribba (Prali) Bout du Col in vista della giornata di Montagnaterapia di mercoledì 18 luglio 2018
Abbiamo sistemato la segnaletica e pulito il tracciato, dove risulta ancora presente un pò di acqua, ma va molto meglio delle volte precedenti
Per scaramanzia, con l'Ufficio Tecnico del Comune di Prali, abbiamo anche visionato la destinazione del piano B, da Prali Ghigo a Prali Villa in caso di cattivo tempo
Le previsioni meteo per la giornata del 18 luglio di Nimbus.it pervenute oggi (16 luglio) sono buone

MERCOLEDÌ 18 LUGLIO 2018 – Attendibilità: buona
Cielo: soleggiato con poche nubi diurne sui rilievi.
Precipitazioni: assenti.
Venti: pianura e collina: deboli variabili, in rinforzo da sud tra
Langhe, Astigiano e Alessandrino.
fondovalle: deboli variabili o brezze diurne moderate.
media montagna: deboli o moderati occidentali
alta montagna: deboli o moderati occidentali
Temperature: minime in aumento (17/21 C in pianura e bassa collina;
14/…

alla conquista del Forte di Exilles

Immagine
Su proposta dell'Associazione L'Ancora di Torino e del C.S.T. Filarete di Sant'Antonino di Susa e nell'ambito del programma di Officina Monviso 2018,  siamo andati a conquistare il Forte di Exilles (sito istituzionale)

Il Forte di Exilles (pagina del Comune di Exilles) è uno dei monumenti più antichi della Valle Susa, le sue origini "sono ancora incerte ma intorno al 1155 esisteva già quando i conti d'Albon esercitavano il controllo strategico, militare e mercantile, sulla strada del Monginevro, ed Exilles rappresentava il confine estremo orientale del principato"
"Fatto radere al suolo dai francesi in seguito al trattato di Parigi 15 maggio 1796, il Forte viene ricostruito nell'assetto odierno tra il 1818 e il 1829 dal Re di Sardegna tornato in possesso dei suoi territori"
"Vittorio Emanuele I affidò la sua ricostruzione agli architetti Giovanni Antonio Rana e Francesco Olivero il quale, tra il 1821 ed il 1829, ne completò la struttur…

La collaborazione con il Parco Alpi Cozie va avanti

Immagine
A seguito dell'invito ricevuto il Gruppo Montagna CST-CAI ha partecipato al Convegno "Un territorio accogliente: accessibile e fruibile a tutti", organizzato dal GAL Escartons e Valli Valdesi il 12 giugno 2018 a Pinerolo alla Sala Conferenze "Dario Debernardi" presso la Fondazione Casa dell'Anziano
Di questa giornata ne parla anche il sito web dell'Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie
Noi continuiamo la nostra collaborazione con il Parco Alpi Cozie e l'Associazione Passi Liberi per la mappatura dei sentieri sia all'interno dell'area del Parco (Parco Val Troncea e Parco Orsiera) che fuori della sua area, mediante la compilazione e aggiornamento di un file predisposto a questo scopo, al fine di individuare e censire percorsi fruibili da diverse tipologie di utenza, tra cui anche gli ospiti del CST
Qui è possibile trovare gli atti completi del Convegno pubblicati dal GAL Escartons e Valli Valdesi


Prali, mercoledì 18 luglio 2018, il Programma della giornata

Immagine
- 20 giugno 2018
Oggi siamo andati a visionare il percorso proposto per la giornata del 18 luglio 2018 a Prali, Val Germanasca, da svolgere in collaborazione con il Coordinamento Montagnaterapia Piemonte, Officina Monviso e il C.A.I. sezione Val Germanasca e abbiamo definito il Programma, che è stato inviato via e-mail il 26 giugno 2018 da Domenico a tutta la Rete

Collaborazioni
Questa iniziativa è resa possibile grazie alle seguenti collaborazioni:
- contributo economico del CAI Sezione Val Germanasca
- contributo economico del Progetto Jambo Car
- numero 80 copie della Rivista Montagne360 Febbraio 2017, contenente uno speciale sulla Montagnaterapia, da parte del Club Alpino Italiano che distribuiremo ai partecipanti

Informazioni generali sul percorso
Partenza: Borgata Ribba, Prali, Val Germanasca
Arrivo: Bout du Col
dislivello totale: 300 metri
distanza totale: 2,7 Km (calcolato sul percorso di andata)
Tipo tratta: carrozzabile   Tipo di fondo: a fondo naturale
Classificazione T = tu…

da Roreto a Garnier

Immagine
Anche oggi il tempo non è un granché, quindi cerchiamo di non allontanarci troppo dai nostri mezzi con il rischio di prendere la pioggia; partenza da Roreto, Frazione Castel del Bosco (Comune di Roure, Val Chisone) nei pressi della Pro Loco di Roure, a fianco del Torrente Chisone, direzione Garnier, seguendo la pista forestale, sino a quota 1154 metri, poi ritorno; pranzo presso l'area attrezzata della Pro Loco di Roure; per la pioggia l'abbiamo quasi scampata, anche se non abbiamo visto il sole
Bella giornata comunque; abbiamo imparato che quando Franco dice "vado giù" lui intende "sù" ma tutto si rimedia; Valter è andato "giù" e il Gruppo è andato "sù"

Documentazione disponibile
la descrizione del percorso pubblicata online (questa pagina)la scheda stampabile del percorsola scheda tecnica del percorsola carta topografica del percorsola traccia del percorso in formato .gpx per il proprio GPSla traccia del percorso pubblicata in Google Ma…

Convegno GAL "Un territorio accogliente: accessibile e fruibile a tutti", Pinerolo, 12 giugno 2018

Immagine
Il Gruppo Montagna CST-CAI ha partecipato al Convegno "Un territorio accogliente: accessibile e fruibile a tutti", organizzato dal GAL Escartons e Valli Valdesi il 12 giugno 2018 a Pinerolo alla Sala Conferenze "Dario Debernardi" presso la Fondazione Casa dell'Anziano
Grazie per l'ottima organizzazione e per l'invito a partecipare, che ci ha permesso di presentare il nostro lavoro

Gli atti del convegno
La collaborazione tra il Gruppo Montagna CST-CAI e l'Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie
Relatori: Manuela Juvenal, Ente Parco Alpi Cozie, Manuela Ressent e Gianni Capitani del CST di Perosa Argentina
La Presentazione "Sentieri accessibili a tutti, una mappatura ragionata" in immagini JPG
La Presentazione "Sentieri accessibili a tutti, una mappatura ragionata" in PDF
Qui è possibile trovare gli atti completi del Convegno pubblicati dal GAL Escartons e Valli Valdesi



Le foto della giornata

Rassegna Stampa
TorinOggi.it -…

anello sopra Pomaretto: Pomaretto, Belvedere, Blegieri, Lausa, Masselli, Pomaretto

Immagine
Tenuto conto che le previsioni meteo non prevedono nulla di buono, con l'idea, come dice Gianni, di "infilarci tra le gocce" abbiamo pensato di fare un giro sopra Pomaretto, tra le vigne del Ramìe
Quindi partenza dalla sede del CST, deviazione a destra a lato del Torrente Chisone, poi Via Maggiore Ribet (Pomaretto), Via Balziglia, dopo la Scuola Latina, sentiero a salire sulla destra, che costeggia la strada asfaltata di Strada del Podio, fino al Belvedere, poi il traverso e la discesa per Via Long Erminio, sino ai Blegieri, successivamente la Lausa, poi sulla Strada Provinciale 166 verso i Masselli e pranzo presso la sede della Pro Loco di Pomaretto (con un bel temporale, ma ormai siamo al coperto), rientro alla sede del CST

Il sentiero, nella prima parte sopra Pomaretto, passa dentro ai vigneti del Ramìe
Sono stati individuati 10 - 15 vitigni autoctoni o decisamente rari; di questi solamente tre sono le varietà base per la produzione del vino Ramìe: - avanà, sempre pr…

Canale Telegram

Canale Telegram
Il Gruppo Montagna CST-CAI ha reso disponibile un canale pubblico su Telegram  https://t.me/cstcai
Si tratta di un canale di comunicazione "da uno a molti" anche chiamato di "broadcast" o "broadcasting" senza possibilità di commentare
Per attivare il nuovo canale basta scaricare l'APP Telegram sul proprio telefono e collegarsi al link sopra indicato e cliccare su "Unisciti"
Su questo canale sono inviati messaggi informativi su queste pagine, niente spam e nessun costo aggiuntivo
E' il modo migliore per tenersi aggiornato sulle attività del Gruppo Montagna CST-CAI
E' possibile cancellarsi in qualunque momento cliccando su "Lascia il canale"
Telegram è anche usufruibile via Web a questo indirizzo https://web.telegram.org/
Hai qualche dubbio, vuoi qualche chiarimento? scrivi un'e-mail a caiprogettocst@gmail.com

Un territorio accogliente: accessibile e fruibile a tutti - Convegno, Pinerolo, 12 giugno 2018

Immagine
Anche il C.S.T. sarà presente al Convegno

Il Convegno vuole offrire spunti di riflessione e metodologie di intervento di Turismo per Tutti ... quale strategia concreta per l’incremento di prodotti/servizi turisti in un’ottica inclusiva partendo dall'accessibilità e dalla fruibilità del territorio del GAL Escartons e Valli Valdesi e delle sue offerte.

Il numero dei turisti con disabilità è infatti in aumento esponenziale, sintomo di una reale tendenza che non può più essere trascurata, sia per motivi etici sia per ragioni economiche, con dati numerici che mettono in evidenza come investire nel Turismo per Tutti, sia una reale opportunità di crescita turistica e quindi economica per i territori.

Le esperienze concrete che si stanno realizzando localmente saranno lo spunto per affrontare la tematica da diversi punti di vista attraverso i preziosi contributi di esperti e operatori del settore: accessibilità strutturale degli spazi interni; accessibilità e fruibilità per turisti con e…

Gli atti e i documenti, Sabato 2 giugno 2018, Presentazione del Progetto Montagnaterapia - C.S.T. di Perosa Argentina - C.A.I. Val Germanasca

Immagine
Il Gruppo Montagna CST - CAI ringrazia tutti coloro che erano presenti e sono intervenuti sabato 2 giugno 2018 presso la sala del Teatro Valdese di Pomaretto per la presentazione del progetto Montagnaterapia - CST di Perosa Argentina e il CAI Val Germanasca, un'esperienza iniziata da 17 anni
In modo particolare:
Danilo Breusa, sindaco del Comune di Pomaretto, che ha aiutato e supportato, in tutti i modi possibili, questa iniziativaRiccardo Baral e la Chiesa Evangelica Valdese, per la concessione in uso della sala del Teatro Valdese di Pomaretto, per la loro preziosa collaborazione e disponibilitàgli amministratori locali, Sindaci o loro delegati, che sono intervenutil'Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozieil Centro di soggiorno di Pracatinati relatori esterni, dr. Marco Battain e Manuela JuvenalChantal Re,Responsabile della Cooperativa Sociale La Dua Valadda Infine non possiamo dimenticare il Direttivo della sezione CAI Val Germanasca che ha creduto in questa in…

da Perrero a Bovile (Vrocchi)

Immagine
Volevamo andare a Prali (Val Germanasca) per verificare la condizione della neve e del percorso programmato per la giornata del 18 luglio 2018 ma una delle macchine si è fermata a Perrero, quindi abbiamo trovato un'alternativa, quella del percorso Perrero - Bovile, attraverso il sentiero che passa dalla borgata Eirassa (la carta Fraternali riporta Airassa), sotto San Martino e sale a Bovile SV/200, fino a Vrocchi, dove davanti alla Chiesa abbiamo mangiato; poi una sosta e discesa sulla strada asfaltata sino a San Martino, per poi riprendere il sentiero che ritorna a Perrero
Partenza da Perrero (Val Germanasca) apri il percorso per raggiungere Perrero La carta topografica di riferimento è la Fraternali 1:25.000 n. 5 (ma sono disponibili anche altre carte)
Parcheggio: presso Perrero, diverse possibilità
Tempistica del gruppo: 4 ore e 32 minuti (andata e ritorno)
Dislivello totale: 440 metri
Quota iniziale 833 metri
Quota finale 1260 metri
Tipologia di terreno: sentiero a fondo naturale e…

da Gran Faetto (Touront) a Albournù

Immagine
Volevamo andare da Gran Faetto a Serre da Bouc (Val Chisone), ma il tempo non particolarmente clemente e l'eccessiva quantità di acqua, che scendeva da monte, ci ha consigliato di arrivare sino alla borgata Albournù; in realtà siamo andati oltre, abbiamo attraversato due corsi d'acqua, che scendono dalla zona di Prato del Colle verso il Vallone di Rouen, ma il terzo era un pò eccessivo ed abbiamo preferito ritornare indietro; al rientro abbiamo fatto una deviazione verso la strada per Prato del Colle, come potrete vedere dalla traccia, ma poi ha iniziato a piovere
Partenza dalla Borgata Touront di Gran Faetto nel Comune di Roure (Val Chisone) e poi con il sentiero 365 siamo saliti sino oltre la borgata Albournù La Borgata Touront di Gran Faetto si raggiunge partendo dalla frazione Villaretto del Comune di Roure (30,4 Km da Pinerolo, per 36 minuti) percorrendo la S.P. 23 del Colle di Sestriere; giunti a Villaretto svoltare a destra per la Borgata Gleisolle, poi Piccolo Faetto ed…

Officina Monviso 2018

Immagine
Il programma delle attività 2018

- di Officina Monviso

"Officina Monviso festeggia i cinque anni.

E’ nata nel 2014, a dire il vero sotto il nome di “Monviso per tutti”, all’interno del programma di eventi che celebravano i 150 anni dalla prima scalata femminile al Monviso, il 16 agosto 1864, ad opera di Alessandra Boarelli .

Ma se il nome è cambiato così non è stato per lo spirito dell’iniziativa, e cioè creare un’opportunità per   incontrarsi e  condividere l’esperienza della montagna.

In questi cinque anni i nostri orizzonti si sono magnificamente allargati, sia per il numero e la provenienza dei partecipanti, sia per i luoghi attraversati dal nostro cammino che, come vedrete dal programma, quest’anno spaziano dalla Val Maira  alla val di Susa.

E’ allora il momento di ricordare cos’è OfficinaMonviso:

è un’iniziativa di Montagnaterapia che coinvolge Centri diurni, Comunità e realtà del territorio nell’ambito della disabilità, della psichiatria, dei servizi ai minori, proponendo a…